Alessandro Bruni: La scienza ed in particolare la fisica sono al centro di nuovo di un interesse spasmodico. La recentissima notizia sui progressi del collider di particelle di Ginevra ne è un esempio. Come è possibile che tematiche così astratte e complesse possano interessare l'opinione pubblica?  Stiamo cercando un sostituto alla teologia?
 
Egeria Di Nallo:Una volta si scrivevano tomi sull'esistenza di Dio ed ai contemporanei non parevano meno seri di quanto appaiano oggi gli studi sull'atomo, in tutti e due casi si sfiora l'ignoto con la rete di salvataggio di una plausibile risposta. Gli effetti sul mercato riguarderanno a breve soprattutto la comunicazione.In pubblicità abbiamo avuto il periodo degli angeli in un prossimo futuro avremo gli atomi e dintorni.